StevenCafè.Blog

Itaca, KOSTANDINOS KAVAFIS, con commento di StevenCafè

Scroll down to content

QUANDO PARTIRAI, DIRETTO A ITACA,
CHE IL TUO VIAGGIO SIA LUNGO
RICCO DI AVVENTURE E DI CONOSCENZA.
NON TEMERE I LESTRIGONI E I CICLOPI NÉ IL FURIOSO POSEIDONE;
DURANTE IL CAMMINO NON LI INCONTRERAI SE IL PENSIERO SARÁ ELEVATO,
SE L’EMOZIONE NON ABBANDONERÁ MAI IL TUO CORPO E IL TUO SPIRITO.
I LESTRIGONI E I CICLOPI E IL FURIOSO POSEIDONE NON SARANNO SUL TUO CAMMINO
SE NON LI PORTERAI CON TE NELL’ANIMA,
SE LA TUA ANIMA NON LI PORRÁ DAVANTI AI TUOI PASSI.
SPERO CHE LA TUA STRADA SIA LUNGA.
CHE SIANO MOLTE LE MATTINE D’ESTATE,
CHE IL PIACERE DI VEDERE I PRIMI PORTI
TI ARRECHI UNA GIOIA MAI PROVATA.CERCA DI VISITARE GLI EMPORI DELLA FENICIA
E RACCOGLI CIÓ CHE VÉ´DI MEGLIO.
VAI ALLE CITTÁ DELL’EGITTO,
APPRENDI DA UN POPOLO CHE HA TANTO DA INSEGNARE.
NON PERDERE DI VISTA ITACA,
POICHE GIUNGERVI E’ IL TUO DESTINO.
MA NON AFFRETTARE I TUOI PASSI;
E’ MEGLIO CHE IL VIAGGIO DURI MOLTI ANNI
E LA TUA NAVE GETTI L’ANCORA SULLÍSOLA QUANDO TI SARAI ARRICCHITO
DI CIÓ CHE HAI CONOSCIUTO NEL CAMMINO.
NON ASPETTARTI CHE ITACA TI DIA ALTRE RICHEZZE.
ITACA TI HA GIÁ DATO UN BEL VIAGGIO;
SENZA ITACA, TU NON SARESTI PARTITO.
ESSA TI HA GIÁ DATO TUTTO, E NULL’ALTRO PUÓ DARTI.
SE, INFINE TROVERAI CHE ITACA E’ POVERA,
NON PENSARE CHE TI ABBIA INGANNATO.
PERCHÉ SEI DIVENUTO SAGGIO, HAI VISSUTO UNA VITA INTENSA,
E QUESTO E’ IL SIGNIFICATO DI ITAKA.
KOSTANDINOS KAVAFIS 1863-1933

con questa bella poesia che tanto evoca emozioni in me, e che in questi giorni tanto mi aiuta ti racconto brevemente i miei ultimi giorni che sono il risultato del viaggio svolto sino a questo momento.
 , chi mi voleva come collaboratore vedrà certamente il distacco da parte mia, 
sto svolgendo un viaggio interiore, affrontando la solitudine ed il dolore complemento inseparabile della felicità, canti di guarigione salgono da me,(icaro si chiamano i canti in amazzonia)  in casi di gioia estrema, come quando si conosce la comunione con il tutto, e anche quando si intravede la direzione ed un destino.
ti ho detto che la mia vita assomiglia ad un romanzo, ed utilizzero lo scrivere per alleggerirmi dal peso e di tutte le cose accumulate nel viaggio fisico e spirituale dell’esistenza fatta sino a questo punto.
quando sono arrivato in selva, per me il paradiso, il sole riflesso visto nel ruscello e sulle piante che rendono vive le rocce potevo associarlo alla mia allegria.
memorie dall’amazzonia di StevenCafè
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: