StevenCafè.Blog

Emilia Romagna Cose Nostre libro gratis sulla criminalità organizzata in romagna e San Marino repubblica

Scroll down to content

 

C’era un paese che si reggeva sull’illecito. Non che mancassero le leggi, né che il sistema politico non fosse basato su principi che tutti più o meno dicevano di condividere. Ma questo sistema, articolato su un gran numero di centri di potere, aveva bisogno di mezzi finanziari smisurati (ne aveva bisogno perché quando ci si abitua a disporre di molti soldi non si è più capaci di concepire la vita in altro modo) e questi mezzi si potevano avere solo illecitamente, cioè chiedendoli a chi li aveva, in cambio di favori illeciti. Ossia, chi poteva dar soldi in cambio di favori in genere già aveva fatto questi soldi mediante favori ottenuti in precedenza; per cui ne risultava un sistema economico in qualche modo circolare e non privo d’una sua armonia” (Italo Calvino, Tratto da Romanzi e racconti – volume 3°, Racconti e apologhi sparsi, i Meridiani, Arnoldo Mondadori editore. Uscito su la Repubblica, 15 marzo 1980, col titolo “Apologo sull’onestà nel paese dei corrotti”).

I cittadini sammarinesi, oggi, stanno probabilmente provando le stesse sensazioni. A partire dallo scorso febbraio, infatti, una serie di personalità politiche di rilievo nella politica del piccolo Stato sono stati chiamati a comparire davanti al giudice in quanto indagati all’interno dell’operazione Conto Mazzini (che ha preso avvio dalle vicende legate ad un libretto al portatore anonimo intestato al patriota italiano). Il prosieguo delle indagini ha portato poi all’arresto di alcuni degli indagati tra cui l’ex Segretario di stato, e consigliere (l’equivalente sammarinese del nostro parlamentare) della Democrazia Cristiana, Claudio Podeschi e, più di recente, di un altro ex Segretario di Stato ed ex consigliere del Partito dei Socialisti e dei Democratici, Fiorenzo Stolfi. I due sono stati tra i maggiori protagonisti della politica del Titano durante gli ultimi trent’anni.

Il sistema che emerge da queste indagini è desolante. Riciclaggio, acquisizione di attività economiche, condizionamento delle istituzioni e dell’autorità di vigilanza bancaria, condizionamento della libertà di voto. Il tutto condito da una serie di nomine grottesche come quella del greco Kallakis chiamato a rappresentare l’antica Repubblica in Brunei, la nomina di Sarkissian a ministro dell’ambasciata di San Marino nella Federazione Russa (per cui, come fatto notare prontamente da Mosca, sarebbe stato preventivamente necessario aprire un’ambasciata nel paese), quella di Horace Ngan, risultato privo di recapiti, o quella di Restis all’ambasciata il quale, dopo aver “dimenticato” di menzionare le proprie attività economiche personali all’interno di quel paese, si accreditò dichiarando che “i polacchi amano viaggiare e promuoveremo San Marino come destinazione”.

“Emilia-Romagna – cose nostre”.

E’ un dossier realizzato dalla collaborazione tra Gaetano Alessi, Gruppo Antimafia Pio La Torre e Gruppo Dello Zucherificio. Non è un’opera letteraria, né un esauriente testo universitario che tratta il tema delle “mafie” con carattere scientifico, perché pensiamo che altri abbiano qualità migliori delle nostre per realizzare quel tipo di ricerca. E’ semplicemente una “cassetta degli attrezzi” che vuole fornire, a chi accosta il tema della criminalità organizzata nella nostra Regione, un motivo in più per decidere di dedicare una quota del suo tempo al contrasto alle mafie.

L’obiettivo di questo lavoro è quello di assemblare i fatti che hanno attraversato il biennio 2012/2014, privilegiando le indagini che si sono svolte in Romagna.

Se i Sammarinesi sono confusi, è anche perché preferiscono rimanere ignoranti, cambiare fin che si è in tempo: qui il PDF GRATUITO SCARICALO E LEGGILO :EMILIA-ROMAGNA-COSE-NOSTRE:

dossier_emilia_romagna_cose_nostre

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: